ULTIMI ARTICOLI

LA VITA DEL CREATORE DI PETER PAN

Ciao Domini! 

Benvenuti in questo nuovo Post!🍓

Oggi proseguiamo la “Peter Pan saga” con l’ultimo video dedicato all’autore di Peter Pan, lo scrittore James Matthew Barrie.

Ma per comprendere meglio la vita dell’autore vi consiglio caldamente di recuperare i post che ho fatto su Peter Pan: quello su Peter Pan e i giardini di Kensington e quello su Peter e Wendy perché ritroverete gli stessi personaggi dei libri nella vita reale del loro autore.

Scopriremo i drammi che hanno caratterizzato la sua vita (anche con qualche colpo di scena) la genesi del personaggio di Peter pan, e aspetti particolari della sua personalità che hanno fatto sorgere dei dubbi sul suo troppo amore per i bambini.

Sarà vero? 

Se vi interessa ho realizzato anche un video sulla sua vita che vi lascio qui sotto⬇️ ðŸ“

Detto questo iniziamo!

LA VITA DI JAMES MATTHEW BARRIE, L’UOMO CHE NON VOLEVA CRESCERE

L’INFANZIA

James Matthew Barrie nasce a Kirriemuir in Scozia il 9 maggio 1860 ( se vi interessa è del segno del toro), ultimo di 10 figli di una famiglia calvinista conservatrice, di tessitori di provincia.

Kirriemuir_Square_
La cittadina di Kirriemuir

Il padre, David Barrie (1814-1902), è un umile tessitore mentre la madre, Margaret Ogilvy (1818-1895), è una donna dal carattere forte e indipendente, figlia di un muratore.

Margaret_Ogilvy
Margaret_Ogilvy

Jamie, come viene affettuosamente chiamato in famiglia, è il nono figlio e terzo maschio. 

Il piccolo Barrie è un bambino gracile, è introverso e a 6 anni è molto più piccolo della sua età, ha la testa grossa e il corpo tozzo.

Il piccolo Barrie a 6 anni
Il piccolo Barrie a 6 anni

 A sei anni il fratello maggiore David, il più bello e intelligente, adorato dalla madre (che sognava per lui un grande futuro nella chiesa presbiteriana), muore per un incidente di pattinaggio sul ghiaccio il giorno prima del suo 14º compleanno. 

David
David raffigurato nel libro “L’uccellino bianco”

Questo tragico evento lascia sua madre devastata e Barrie per consolarla cerca di occupare il posto di David nelle attenzioni di sua madre, persino indossando i vestiti di David e fischiettando nel suo stesso modo.

“…All’inizio, dicono, ero spesso geloso, interrompendo i suoi bei ricordi con il grido: “Non ti dispiace per me?”, ma non è durato; il suo posto fu preso da un intenso desiderio  [..] di diventare così simile a lui che nemmeno mia madre avrebbe dovuto vedere la differenza, e molte e ingegnose furono le domande che porsi a tal fine . 

Poi ho praticato in segreto, ma dopo che era trascorsa un’intera settimana ero ancora piuttosto me stesso. Aveva un modo così allegro di fischiare (David) , mi aveva detto, l’aveva sempre rallegrata nel suo lavoro sentirlo fischiare, e quando fischiava se ne stava con le gambe divaricate e le mani nelle tasche dei calzoni alla zuava. Decisi di affidarmi a questo, così un giorno dopo aver appreso il suo fischio [..] da ragazzi che erano stati suoi compagni, indossai di nascosto un abito dei suoi vestiti, grigio scuro erano, con piccole macchie [..] e così travestito sono scivolato, all’insaputa degli altri, nella stanza di mia madre. Tremando, non ne dubito, eppure così compiaciuto, rimasi immobile finché lei non mi vide, e allora… come devo averla ferita! «Ascolta!» gridai in un bagliore di trionfo, e divaricai le gambe, infilai le mani nelle tasche dei calzoni alla zuava e cominciai a fischiare..”

Dal romanzo Margaret Ogilvy (1896)

Alla fine la madre di Barrie trova conforto nel fatto che suo figlio morto sarebbe rimasto un ragazzo per sempre

Barrie e sua madre, una volta ripresasi, trascorrono giornate insieme leggendo classici della letteratura.

Questa forte relazione tra madre e figlio marcherà profondamente la vita di James; infatti dopo la morte della madre James pubblicherà nel 1896 Margaret Ogilvy, una delicata biografia celebrativa.

All’età di 8 anni, Barrie viene mandato all’Accademia di Glasgow sotto la cura dei suoi fratelli maggiori, Alexander e Mary Ann, che insegnavano nella scuola. 

Nonostante l’iniziale terrore per questo distacco da casa e dal mondo dell’infanzia, saranno anni felici per il piccolo Barrie e alla passione per la lettura e il teatro si accompagna a quella per il calcio e il cricket che gli porta amici e incontri importanti.

A 13 anni lascia definitivamente la sua casa natia per studiare all’Accademia di Dumfries (sempre in Scozia) sempre sotto la sorveglianza di Alexander e Mary Ann.

Il Giovane James Barrie a 12 anni
Il Giovane James Barrie a 12 anni

A Dumfries, dall’età di 13-18 anni, Barrie  e i suoi amici trascorrono molto tempo nel giardino della casa di Moat Brae, giocando ai pirati selvaggi e avventurosi con i suoi amici nella “terra incantata” che circonda la grande casa georgiana di Moat Brae.

Barrie più avanti affermerà che furono anche questi giochi che ispireranno più avanti le avventure dei Pirati di Peter Pan.

Moat Brae
Moat Brae

Qui a 17 anni Barrie produce la sua prima commedia “Bandelero the Bandit”, che suscitò una piccola controversia a seguito di una feroce denuncia morale da parte di un sacerdote del consiglio di amministrazione della scuola.

Barrie capisce che da grande vorrebbe fare lo scrittore, ma sua madre insiste per mandarlo all’Università e quindi per farla contenta, si scrive all’Università di Edimburgo (una delle più antiche università della Scozia ed è considerata una delle più prestigiose al mondo).

Università di Edimburgo
Università di Edimburgo

Questi saranno invece anni di infelicità e solitudine. 

Chiuso in se stesso, Barrie fugge delle compagnie e vive traumaticamente i primi disastrosi approcci col sesso femminile.

A 18 anni Barrie è alto poco più di un metro e cinquanta e la barba non vuole spuntare. 

I pochi momenti di gioia sono quelli trascorsi con i due bambini di suo fratello con i quali si sente in totale sintonia. 

Ad Aprile 1882 consegue la laurea all’Università di Edimburgo per la gioia (solo) della madre.

Barrie a 22 anni laureato all'Università
Barrie a 22 anni laureato all’Università

Dopo la traumatica esperienza all’università, Barry è sempre più determinato a fare lo scrittore.

Il giovane Barrie è un lettore vorace e ama i penny dreadfuls.

I penny dreadful (in italiano traducibile come «spaventi da un penny”) erano un tipo di pubblicazione periodica diffusasi nel Regno Unito nel corso del XIX secolo. Versioni britanniche dei dime novel statunitensi, erano in genere fascicoli settimanali caratterizzati dal basso costo, e proponevano narrazioni a puntate rivolte per lo più al proletariato e alla borghesia impiegatizia, contribuendo a far sì che il romanzo gotico divenisse popolare. Le storie narrate, in genere racconti horror, erano quindi brevi, poiché destinate ad essere lette nel non molto tempo libero dei lavoratori.

Mentre i suoi romanzieri preferiti sono Robert Michael Ballantyne e James Fenimore Cooper (autore del romanzo L’ultimo dei Mohicani).

"L'ultimo dei Moicani" di Fenimore Cooper
“L’ultimo dei Moicani” di Fenimore Cooper

L’ARRIVO A LONDRA IN CERCA DI FORTUNA

Dopo le prime esperienze deludenti come giornalista per il Nottingham Journal (la sua scrittura fantasiosa è ricca di humor non incontra il gusto dei lettori di provincia) a seguito di un annuncio di lavoro trovato dalla sorella del giornale The Scotsman , Barrie si sposta nel 1885, senza soldi nel portafoglio ne amici, a Londra per intraprendere la carriera di giornalista e scrittore.

Nel giro di poco tempo si ritrova ai vertici della professione di giornalista e scrive per tutte le principali testate, in compagnia delle firme più prestigiose. 

 Barrie a 25 anni
Barrie a 25 anni

Ma la sua vera ambizione resta la letteratura.

Scrive un romanzo, ma è costretto a pubblicarlo a sue spese.

Nel 1888 Barrie raggiunge una discreta fama con Auld Licht Idylls, divertenti scampoli di vita quotidiana scozzese. La critica elogia la sua originalità.

L’opera teatrale The Little Minister (1891) riscuote grande successo sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti e verrà portato a teatro per ben tre volte.

the little minsiter
the little minsiter

E’ l’inizio della fama per Barrie che finalmente ottiene il successo, al punto che in certe stagioni i teatri del West End di Londra ospitano cinque suoi drammi differenti!

L’INCONTRO CON MARY ANSELL  (1 marzo 1861 – 30 giugno 1950) 

Nel 1891 Barrie mentre sta cercando un’attrice per un ruolo nella sua commedia Walker, London, un amico gli presenta Mary Ansell, una giovane e graziosa attrice, molto piccola di statura.

Mary-Ansell
Mary Ansell nel 1892

Per Mary un ruolo da protagonista in una commedia di Barrie significava molto.

Barrie l’accompagna spesso a teatro, sia durante le prove che durante lo spettacolo e cenano in ristoranti alla moda.

Il fatto che Barrie non fosse molto più alto di un metro e mezzo non da affatto fastidio a Mary dato che anche lei è alta appena un metro e mezzo.

Nel 1893 scrive anche il libretto di un’opera lirica comica, Jane Annie, che Barrie prega al suo amico Arthur Conan Doyle (autore di Sherlock Holmes) di rivedere e rifinire per lui.

Arthur Conan Doyle
Arthur Conan Doyle

Nel 1894 Mary e Barrie capiscono di essere innamorati, ma Barrie sa di non essere adatto alla vita coniugale, sebbene ami Mary come meglio può.

La spinta definitiva della loro relazione avviene però “grazie” ad una polmonite che Barrie si prende proprio nella sua città Natale a Kirriemuir.

Mary preoccupata si reca subito in Scozia per assisterlo, e la sua devozione colpisce molto la madre di Barrie, Margaret.

Ormai è fatta, Barrie e Mary si sposano il 9 luglio 1894 sempre a Kirriemuir.

Mary ha 34 anni, e Barrie 33, la cerimonia è semplice, celebrata da un ministro locale.

I neo sposi passano la luna di miele in Svizzera, e a Lucerna, la coppia vede una splendida cucciolata di San Bernardo in un negozio di animali e Barrie decide di comprarne uno a Mary come regalo di nozze.

Il “piccolo” maschio di San Bernardo viene chiamato Porthos e accompagnerà la coppia per tutta la sua vita.

Porthos
Porthos

Attenzione però, non è Portos che ispirerà il personaggio del cane bambinaia Nana, in Peter pan, ma sarà il secondo cane dei Barries di nome Luath (vedi più avanti).

La Disney però come modello per Nana usò un San Bernardo, la stessa razza di Porthos.

Nana nel film della Disney
Nana nel film della Disney

Mary ama profondamente gli animali perchè sono semplici e non nascondono i loro sentimenti, amano incondizionatamente senza ripensamenti, mentre “gli uomini non mi amavano a meno che non lo volessero, a meno che non mi adattassi alla loro idea di me”.

Finita la luna di miele all’inizio di marzo 1895 la coppia si stabilisce a Londra e dopo aver vissuto in vari alloggi, si stabiliscono in una casa al numero 133 di Gloucester Road, a South Kensington.

Gloucester Road
Gloucester Road

La coppia ama fare lunghe passeggiate nei vicini Kensington Gardens con il loro cane.

I Barries e Porthos diventano ben presto figure familiari nei giardini: piccoli tutti e due, lui con la pipa in bocca e avvolto in un lungo impermeabile, è sempre al loro fianco l’enorme Porthos che spaventa bambini e bambine.

Alcuni bambini più piccoli avevano paura del grosso cane e Mary se ne dispiaceva, amava molto i bambini, ma purtroppo non riuscì mai ad averne, quindi trasferì il suo amore verso gli animali.

Nel 1895 Barrie ebbe due tremendi lutti in famiglia, muore sua sorella Mary Ann e tre giorni dopo, vagando per la casa in cerca del figlio David, muore anche la madre Margaret!

Barrie devastato dalla perdita scrive un libro in sua memoria: Margaret Ogilvy una biografia della madre e racconto della loro sofferta relazione, pubblica inoltre il romanzo sentimental Tommy, che affronta drammaticamente il tema della fatica di crescere.

A Settembre 1896 Barrie e sua moglie fanno il loro primo viaggio in America.

Lì Barrie conosce Charles Frohman, un produttore di Broadway (lo stesso produttore di Dorothy Gibson!).

Charles Frohman
Charles Frohman

Frohman stava cercando uno sbocco per la sua nuova scoperta, la giovane attrice, Maude Adams (Maude sarà la prima attrice a interpretare Peter Pan a Broadway dove debutterà il 16 ottobre 1905 al National Theatre di Washington).

Maude Adams nel ruolo di Peter Pan
Maude Adams nel ruolo di Peter Pan nel 1905

Quando Barrie la vede pensa che sia perfetta per la parte e inizia ad avvicinarsi molto a Charles Frohman affermando Eravamo i due uomini più timidi del mondo, andavamo così d’accordo e ci capivamo perfettamente”.

E’ l’inizio di una lunga amicizia per i due uomini. 

I Barries si divertono moltissimo in America, incontrano molti nuovi amici, visitano Boston, Washington, New Orleans e New York. Infine la coppia torna a Londra.

Barrie inizia a rendersi conto che Mary sta diventando particolarmente triste per il fatto di non poter avere figli, ma cerca di starle vicino come meglio può.

L’INCONTRO DELLA VITA

Un giorno del 1897 Barrie, seduto su una panchina nei Kensington Gardens, con il proprio cane Porthos, fa il più importante incontro della sua vita: conosce per caso George (che aveva 5 anni), Jack (di 4 anni)  e il piccolo Peter, figli della coppia Llewelyn Davies, mentre giocavano nei Kensington Gardens, vicino alla casa dei genitori con la loro bambinaia Mary Hodgson.

George, Jack  e Peter
George, Jack e Peter

Per far divertire i ragazzi, Barrie fa stare Porthos in piedi sulle zampe posteriori come un orso e si mette a danzare con lui.

Da quel giorno Barrie inizia a intrattenerli con storie di fate e boschi fittizi.

Ma le novità per Barrie non erano finite.

UNA CENA CON SORPRESA

Nel dicembre dello stesso anno a una cena di Capodanno, Barrie incontra per la prima volta Sylvia Jocelyn Llewelyn Davies.

Sylvia nel 1890
Sylvia nel 1890

Barrie gli è seduto accanto e pensa che sia la creatura più bella che avesse mai visto, Sylvia è poco interessata alla conversazione che si tiene a tavola perché è intenta a far scivolare dei dolcetti nella pochette di lustrini, Barrie gli chiede per chi fossero e Sylvia le risponde: “per Peter”, come se fosse la cosa più naturale del mondo.

L’ intesa fu immediata, entrambi erano insofferenti per quella lunga serata mondana, quindi iniziarono a chiacchierare.

Sylvia scopre che egli è già amico di tre dei suoi figli dalle loro visite regolari ai Kensington Gardens.

Si pensa che Barrie fu piuttosto colpito da Sylvia, addirittura infatuato, poichè era una donna molto bella. 

Barrie era ben noto per flirtare con donne giovani e carine, ma sua moglie Mary era abituata a chiudere un occhio, sapendo che non sarebbe diventato altro. 

Inizia così un intensa amicizia tra Barrie e la famiglia Davies.

Mary cerca di diventare amica di Sylvia, condividono l’amore per i vestiti e l’interior design, ma a quanto pare i gusti di Mary erano sono più sgargianti. 

Ma prima di continuare la nostra storia devo presentarvi questa famiglia che segnerà per sempre la vita di Barrie e la nascita di Peter Pan.

LA FAMIGLIA LLEWELYN DAVIES

Arthur con Jack, Michael, Peter, George and il piccolo Nico
Arthur il padre con George, Jack, Michael, Peter, e il piccolo Nico

Sylvia Jocelyn Llewelyn Davies (1866 – 1910)

Sylvia

Nata Sylvia du Maurier, era la figlia del vignettista e scrittore George du Maurier e di sua moglie Emma Wightwick, sorella maggiore di Gerald du Maurier, (attore che interpreterà alla prima di Peter Pan del 1904 il duplice ruolo di George Darling e Captain Hook).

Gerald du Maurier, fratello di Sylvia.

Sylvia conobbe il giovane avvocato Arthur Llewelyn Davies ad una cena nel 1889 e si fidanzarono poco tempo dopo. 

Si sposarono nel 1892, ed ebbero cinque figli, tutti maschi: George (1893–1915), Jack (1894–1959), Peter (1897–1960), Michael (1900–1921), e Nicholas (detto Nico) (1903–1980).

Lei e Barrie diventeranno intimi (egli adotterà il nomignolo di “Jocelyn” per lei).

Fu Sylvia ad incoraggiare l’amicizia tra Barrie e i suoi figli.

Arthur Llewelyn Davies ( 1863 – 1907)

Arthur nel 1890
Arthur nel 1890

Arthur era il secondo figlio di Mary Crompton e John Llewelyn Davies, vicario di Kirkby Lonsdale.

Sua sorella era la suffragista Margaret Llewelyn Davies.

È stato brevemente un maestro all’Eton College, ma ha lasciato quella posizione per esercitare la professione legale.

Sebbene Arthur non incoraggiasse l’amicizia continua di sua moglie e dei suoi figli con Barrie e non condividesse il loro affetto per lui, ha fatto poco per ostacolarlo.

Ha permesso a Barrie di trascorrere molto tempo a casa loro e alla sua famiglia di visitare i Barrie (che non avevano figli ) nel loro cottage di campagna. 

I FRATELLI LLEWELYN DAVIES

George (1893- 1915)

George a 4 anni nel 1897
George a 4 anni nel 1897

E’ il figlio maggiore di Arthur e Sylvia.

Il personaggio di Mr. George Darling prende il nome da lui. 

George Darling, il padre di Wendy

Essendo il più anziano (aveva quattro anni quando incontrò Barrie), avrà un posto di rilievo nelle prime avventure narrative e teatrali da cui lo scrittore trarrà le idee per le sue opere.

Nella commedia del 1904 “Peter Pan, o The Boy Who Wouldn’t Grow Up”, Peter Pan ha all’incirca 10 anni, la stessa età che aveva George quando Barrie iniziò a scrivere la commedia nel 1903.

Barrie riferì di aver preso parte della caratterizzazione di Peter da cose che George e i suoi fratelli minori hanno detto o fatto.

Dopo la morte dei genitori, quando Barrie diventerà suo tutore, George rimarrà molto vicino a “Uncle Jim” mentre cresce e va a scuola, i due si scambieranno lettere regolarmente. 

Frequenterà la Berkhamsted School seguita dall’Eton College, dove eccelle negli sport (soprattutto nel cricket) e verrà eletto nel club sociale d’élite Pop.

Successivamente frequenterà il Trinity College di Cambridge, dove entrerà a far parte dell’Amateur Dramatic Club (ADC), seguendo le orme sia di suo zio, l’attore Gerald du Maurier, sia del suo tutore drammaturgo.

John (detto anche Jack) (1894 – 1959)

John
John

Il personaggio di John Darling, il fratello di Wendy, prende il nome da lui.

John Darling in Peter Pan

Nel 1906 John  verrà raccomandato da Barrie al capitano Robert F. Scott per un posto all‘Osborne Naval College, a differenza dei suoi fratelli, che frequentarono tutti l’Eton College. 

Secondo quanto riferito, Jack nutriva un certo risentimento nei confronti di Barrie, a volte credendo che lo scrittore stesse cercando di prendere il posto di suo padre. Non era così vicino allo scrittore come lo erano i suoi fratelli, specialmente George e Michael.

Peter (1897 – 1960)

Peter Davies
Peter

Peter era un bambino in una carrozzina quando Barrie fece amicizia con i suoi fratelli maggiori George e Jack durante le gite a Kensington Gardens, con la loro infermiera Mary Hodgson.

Verrà usato come modello per Peter Pan in The Little White Bird (1902) dove Peter è raffigurato come un un neonato fuggito a Kensington Gardens.

Il Peter pan neonato nei giardini di Kensington.

Tuttavia, secondo i resoconti della famiglia, i suoi fratelli George e Michael sono stati i modelli principali per il personaggio di Peter Pan finale.

Peter, come i suoi fratelli (a parte Jack), frequentò l’Eton College.

Peter si offrirà volontario insieme a suo fratello George per servire nella prima guerra mondiale, ed entrambi riceveranno incarichi come ufficiali nel King’s Royal Rifle Corps nel settembre 1914.

Ma i due fratelli avranno due destini diversi..

Michael (1900 – 1921)

Michael come Peter_Pan
Michael come Peter pan

Michael era il quarto dei cinque figli di Arthur e Sylvia Llewelyn Davies e quando nacque Barrie era già intimo amico di famiglia da almeno tre anni.

Lui e il fratello George furono i due più vicini allo scrittore mentre questi ideava le storie e i personaggi riguardanti Peter, il bambino/folletto che rifiuta di diventare adulto.

Michael è ampiamente considerato come la persona che ha più influenzato la rappresentazione di Peter Pan.

Tra il 1904 e il 1910 lo scrittore iniziò a comporre un sequel della storia di Peter intitolata provvisoriamente “Michael Pan”, materiale poi confluito nel romanzo del 1911.

La statua dedicata a Peter Pan, situata ai Kensington Gardens, venne costruita nel 1912 modellata su fotografie di Michael all’età di 6 anni, vestito da Peter Pan; tuttavia lo scultore George Frampton diede alla statua le fattezze di un altro bambino, lasciando lo scrittore molto deluso dal risultato ottenuto, tanto da fargli dichiarar “non riesce a mostrare affatto il diavolo che è in Peter“.

Lo scrittore rimase sempre molto vicino a Michael per tutta l’infanzia e adolescenza, seguendone con partecipazione gli studi durante gli anni della scuola.

Nicholas detto “Nico” (1903 – 1980)

Nico a sette mesi nel 1904

Quando Nico è nato, Barrie era già un amico dei suoi fratelli e della madre Sylvia.

Frequentò l’Eton College e iniziò all’Università di Oxford nel 1922, ma continuò a trascorrere le vacanze con Barrie.

E ORA RITORNIAMO AL 1899…

Da quel fatidico incontro casuale nasce per Barrie un grande amore per i cinque bambini, con i quali comincia a passare le sue giornate, a giocare e a immaginare.

Nel 1900 Barrie e Mary, si trasferiscono a Leinster Corner, una casa al 100 di Bayswater Road sempre con vista sui Kensington Gardens. 

 100 di Bayswater Road
100 di Bayswater Road
Targa della seconda casa di Barrie e sua moglie Mary
Targa della seconda casa di Barrie e sua moglie Mary

IL BLACK LAKE COTTAGE

Nello stesso anno, i Barries comprano una cottage in campagna il Black Lake Cottage, a Farnham, nel Surrey (Inghilterra del sud)  dove si recavano nei fine settimana e in estate.

E’ un Cottage immerso in un bosco di pini, fra i quali si nascondevano un laghetto abitato da Aironi, e la rovina di un’antica Abbazia.

Il Black Lake cottage
Il Black Lake cottage

Il suo caro amico Charles Frohman fu uno dei primi visitatori del loro nuovo ritiro di campagna. 

In realtà Barrie non è così entusiasta del cottage fino a quando capisce che è perfetto per ospitare la squadra di cricket gli “Allahakbarrie” ( di cui faceva parte anche il suo amico Arthur Conan Doyle, autore di Sherlock Holmes) una delle sue passioni.

Gli Allahakbarrie
Gli Allahakbarrie

JMB era il Capitano e la squadra è composta da un gruppo di autori e artisti, di solito giocano contro le squadre del villaggio, e Barrie adora le partite e le cene che ne seguivano.

In questo periodo i Barries acquistarono la loro prima macchina, guidata dal vapore e assunsero un autista.

I BIMBI SPERDUTI DEL BLACK LAKE

Nell’estate del 1901, Barrie e Mary invitano la famiglia Davies (con ancora 4 figli) nel loro cottage fuori città, il Black Lake Cottage.

Barrie si diverte a registrare e fotografare i momenti salienti di quella spericolata estate con i Davies.

Da quell’avventura Barrie produce un album di fotografie dei bambini che giocano ai pirati, intitolato I Bimbi Perduti di Black Lake Island del 1901 (The boy castaways of Black Lake island), temi che poi appariranno nella storia di Peter Pan.

 I Bimbi Perduti di Black Lake Island
I Bimbi Perduti di Black Lake Island

Barrie aveva una straordinaria capacità di fondere in realtà e fantasia, di farle convivere. 

Barrie ne fa due copie, una delle quali regala al padre dei bambini, Arthur, che la smarrisce in treno (ma che strano!) l’unica copia superstite è custodita presso la Beinecke Rare Book and Manuscript Library della Yale University.

Barrie è infatuato dei Llewelyn Boys, lo rendono felice.

Nel frattempo raggiunge il successo oltre che nel Regno Unito anche negli Stati Uniti.

Ma i Berries non si godranno appieno il successo, perchè verso la fine del 1901 sono costretti a far addormentare per sempre il loro tanto amato Porthos. 

Come se non bastasse a giugno 1902 muore anche il padre di Barrie, David.

IL PRIMO PETER PAN

Sempre in quell’anno Barrie pubblica il libro “L’uccellino bianco ” (The Little White Bird) pubblicato nel Regno Unito da Hodder & Stoughton e poi serializzato negli Stati Uniti.

L'uccellino bianco
L’uccellino bianco

Il romanzo presenta personaggi ispirati alla famiglia di Davies – un ragazzo David (nella fascia di età di George) e la madre del ragazzo che assomiglia a Sylvia – che fanno amicizia con il Capitano W.  una versione sottilmente camuffata dell’autore, ma riconoscibilissima visto che il grande cane che accompagna il protagonista…si chiama Porthos!

Il libro racconta del Capitano W, uno scapolo solitario, gentile e bizzarro e del legame intenso e complesso (di amore, amicizia complicità, gelosia desiderio di paternità) con il bambino David, con il quale, il colonnello inventa giochi e storie fantastiche, in cui continuamente sfuma il confine tra realtà e immaginazione.

A lui il Capitano W. racconta la favola di Peter Pan durante una delle loro passeggiate nei giardini di Kensington. 

E’ proprio in questo romanzo che appare per la prima volta il personaggio di Peter pan, ma qui è rappresentato come un bimbo appena nato, non un adolescente.

I rapporti con la famiglia Davies si fanno sempre più stretti, ma quando i Davies si trasferiscono a 25 miglia da Londra (gli è nato il quinto figlio Nico)  Barrie si sente perduto e abbandonato.

Ma Sylvia e i ragazzi vengono spesso ad assistere alle prove della Pièce teatrale di Peter Pan. 

Nel 1903, I Barries decidono di prendere un nuovo cane da compagnia, un Terranova (in realtà un Landseer) bianco e nero di nome Luath (il cane che ispirerà Nana di Peter Pan).

Luath con Michael
Luath con Michael

Il 1 novembre 1903 muore improvvisamente Sara, la sorella di Barrie.

Dopo l’ennesimo lutto famigliare Barrie il 23 novembre 1903 Barrie inizia a lavorare all’opera teatrale di Peter Pan

Continua nella seconda parte del post.

🍓AVVERTENZE 🍓

Questo post è frutto di tanto lavoro e ricerca, siete liberi di condividerlo a patto che citiate il mio Blog.❤️

BIBLIOGRAFIA

James Matthew Barrie, L’uccellino bianco, Nobel, 2021, 303 p.

James Matthew Barrie, Peter Pan, (titolo originale “Peter e Wendy”), RBA Italia, 2022, 261 p.

A cura di Giovanna Mochi, James Matthew Barrie, l’ombra di Peter Pan, Edizioni Clichy, Firenze, 2017.

SITOGRAFIA:

https://jmbarrie.co.uk/

http://neverpedia.com/pan/Main_Page

https://lynnswaffles.com/

https://www.gutenberg.org/cache/epub/342/pg342-images.html

Domina Historia

Storia, Cultura e Biografie con un tocco NERD!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!