GermaniaVIAGGI

COSA HO PRESO DAL MIO VIAGGIO IN GERMANIA

Oggi desidero mostrarvi i miei acquisti in Germania!

Nonostante l’esclusiva maggioranza dei negozi di Monaco e Norimberga chiudesse alle 17 massimo 18, sono riuscita a fare un po’ di shopping germanico.

Vediamo cosa ho preso!

Iniziamo dai cosmetici!

In Germania esistono due grandi catene di profumerie diffuse un po’ dappertutto, la prima è DM (sta per Drogerie Markt)  e l’altra è Muller. Entrambe non vendono solo cosmetici ma anche cibo, riviste ad altri articoli.

Iniziamo dalla catena DM.

Qui ho trovato un’ interessante  marca di cosmetici bio low cost chiamata “ALVERDE“.

Dovevo assolutamente provarla, quindi ho deciso di prendere qualche prodottino.

Dopo un bel po’ di tempo a fissare lo stand ho preso:

Un illuminante liquido per il viso

Un correttore

Ed una mini crema corpo da viaggio.

ger

I prezzi di questi prodotti erano compresi tra 1 e 4 euro, davvero pochissimo.

Fin’ora ho provato il correttore, con cui mi trovo benissimo e l’illuminante liquido, anch’esso non male, ma va applicato con le mani o con un buon pennello.

Sempre da DM, attratta dal packaging, ho preso questa crema mani che odora di frutti tropicali! Ed ha anche un buon inci!

Era una mini size quindi l’ho pagata solo 1 euro.

 

Il DM è pieno di questi prodottini da viaggio, davvero comodi.

La seconda catena, diffusa un po’ ovunque sul territorio, è Muller, anche qui c’è il sito , ma sempre in tedesco.

A differenza di DM questa catena conta negozi decisamente più grandi, di circa due piani. E’ talmente grande che ha un reparto enorme dedicato solo alle marche cosmetiche bio e uno altrettanto enorme per quelle normali.

Ho notato infatti che i cosmetici bio vanno molto in Germania, solo al Muller ho contato almeno una decina di brand.

Tra questi il più low cost è “TERRA NATUR“”.

Ovviamente ho fatto incetta di prodotti da provare.

Di questo marchio ho preso:

Uno shampoo volumizzante al pompelmo

Un deodorante

Una crema viso

Un burro cacao

Due trucchi: un mascara ed una palette di correttori per il viso.

Anche in questo caso arriviamo ad un massimo di 3,50 euro a prodotto.

In questo momento sto usando lo shampoo, il deodorante ed il mascara e mi ci sto trovando davvero bene.

Come trucchi normali invece ho preso solo questa tinta labbra fucsia della Manhattan che sto amando alla follia, dura un’eternità ed è perfetta quando si è al lavoro e non si ha tempo di risistemarsi il rossetto.

Mi sto ancora pentendo di non averla presa in altre colorazioni. Anche qui il prezzo si aggira sulle 3 euro.

Passiamo ai souvenir seri (come no).

Qualche tempo fa ho scritto un post sulla mitica birreria di Monaco l’ Hofbrauhaus, Ebbene questa birreria è talmente grande da contenere ben due shop di souvenir dedicati.

Potevo non prendermi un boccale di birra del locale, potevo?

Certo che no, ecco allora che con soli 7 euro mi sono portata a casa un boccale da 1 litro; ve ne erano altri ben più costosi, ma sinceramente questo mi piaceva di più e poi è lo stesso che servono nel locale.

 

Queste scarpe invece l’ho prese a Norimberga e sono deliziose. Mi hanno subito attratto, sono della marca “Hirschkogel” (chissà come si pronuncia)

85 euro e passa la paura.

 

 

Sempre a Norimberga ho comprato le riproduzioni del pittore Albrecht Dürer e di Martin Lutero versione Playmobil!

 

Di souvenir mangerecci invece non ho preso molto, il che è stato davvero un trauma per me, ma portarsi appresso formaggi e salsicce dentro una valigia che doveva subire 12 ore di viaggio in treno non mi pareva un’ottima idea.

Ho quindi optato per opzioni meno deperibili.

A Norimberga dentro un carinissimo negozio vegan tutto rosa (si ci sono entrata solo perché era rosa ok?) ho preso questa bottiglia di salsa per insalate e zuppe con ingredienti imprecisati.. Comunque tutti vegan.

Il sapore? tra la salsa di soia e la warchester.

Dentro un negozio simile al Tiger ho preso questo preparato per torta in tazza.

Mai più.

IO DICO NO

Dentro un supermercato ho preso questi crostini alla senape e cipolle, che non sono manco tedeschi ma americani.

Però erano buoni.

E un tubetto di salsa al cren (rafano) che adoro e che ho finito da un pezzo. Ve la consiglio solo se siete amanti del wasabi, altrimenti lasciate perdere .

 

Termino con questi peperoni croccanti presi al DM e pagati a peso d’oro.

24 grammi più di 3 euro..

Eccoci giunti finalmente alla fine di questo post, spero vi sia piaciuto. Nel prossimo ed ultimo post dedicato alla Germania parlerò del mio argomento preferito: Il cibo!

Alla Prossima!

Baci da Izumi

Domina Historia

Storia, Cultura e Biografie con un tocco NERD!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!